Il comparto Giustizia del Piceno è in grave difficoltà poiché nel breve volgere di tre o quattro mesi la pianta organica del Tribunale che prevede il numero di 13 Magistrati oltre al Presidente verrà a perdere almeno cinque componenti per trasferimenti presso altre sedi giudiziarie con conseguenze gravissime e difficilmente recuperabili tenuto anche conto che la vacanza presidenziale è vigente dal 01.01.2012.

A fronte di quanto sopra il giorno 18 del mese di marzo c.a. il Dott. Carlo Calvaresi quale Presidente del Tribunale F.F. e gli Avv.ti Francesco Marozzi e Giorgio Molini rispettivamente Presidente e Segretario del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ascoli Piceno si sono recati a Roma per rappresentare la drammaticità della situazione e le conseguenti istanze direttamente al Dott. Roberto Rossi quale Presidente della Terza Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura responsabile delle nomine e dei trasferimenti dei Magistrati.

Il Presidente Dott. R. Rossi è stato messo al corrente della imminente paralisi che la Giustizia ascolana potrebbe subire e, lo stesso, ne ha compreso immediatamente la particolarità poiché l’imminente riduzione di circa la metà dei Giudici previsti per la Nostra sede giudiziaria è certamente annoverabile tra le situazioni di urgenza di carattere straordinario.

Non promettendo tempi e soluzioni certe il Presidente della Terza Commissione del CSM ha comunque preso in carico la situazione ritenendola tra le più critiche sul suo tavolo.

Si allegano le delibere del COA di Ascoli Piceno del 17.01.2013 e 14.01.2013 

Il giorno 28 febbraio 2013  alle ore 12.00 si terrà presso Il Tribunale di Ascoli Piceno nella sala riunioni del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati il primo giuramento degli nuovi iscritti all'Albo degli Avvocati in conformità alla previsione dettata dall'art.8 (Impegno solenne) della nuova legge professionale n.247/2012 in vigore dal 02/02/2013 che ha stabilito che il Giuramento si tenesse avanti al Consiglio dell'Ordine in pubblica seduta.
In allegato il comunicato del Presidente del Consiglio dell'Ordine avv. Francesco Marozzi in merito all'incontro del 17/09/2012 svoltosi ad Ascoli Piceno Sala Consiliare del Palazzo dei Capitani.
Allegati:
Scarica questo file (Comunicato Presidente.doc)Comunicato Presidente.doc[ ]1245 Kb

DETERMINAZIONE DI NUOVI IMPORTI DA CORRISPONDERE AL CONSIGLIO IN CASO DI MOROSITA’ NEL PAGAMENTO DELLA QUOTA DI ISCRIZIONE.

Il Consiglio,

considerato che è trascorso un notevole lasso di tempo dalla precedente determinazione dell’importo dovuto a titolo di maggiorazione, per il caso di omesso o ritardato versamento della quota d’iscrizione da parte degli avvocati iscritti;

considerato che le aumentate incombenze dei COA hanno aggravato pesantemente gli effetti dannosi per l’attività dell’ Ordine derivanti dall’inadempimento dell’obbligo di pagamento delle quote di iscrizione da parte degli iscritti, pagamento che, peraltro, integra un preciso dovere di carattere deontologico, a carico dello stesso;

considerata la assoluta inadeguatezza della misura della maggiorazione vigente fissata in €. 10 e la necessità di procedere ad una sua nuova adeguata rideterminazione tenendo conto degli oneri derivanti all’Ordine dall’inadempimento

delibera

di determinare nella nuova misura di €. 70,00, per ciascun anno di ritardo, la maggiorazione dovuta dall’iscritto per il caso di omissione, incompletezza o ritardo del pagamento della   quota di iscrizione annuale .

Tale importo di maggiorazione a carico dell’iscritto ha carattere annuale, forfettario ed omnicomprensivo, e ricomprende ogni e qualsivoglia voce di aggravio annuale per l’Ordine riferibile anche ad interessi , rimborso spese vive , rimborso oneri amministrativi e quant’altro conseguente all’inadempimento dell’iscritto, con esclusione espressa degli oneri ulteriori connessi alla eventuale esecuzione a mezzo ruolo o coattiva delle quote di iscrizione comprensive delle maggiorazioni annuali eventualmente dovute .

La maggiorazione sarà ridotta da €. 70 ad €. 40 se il pagamento della quota di iscrizione avverrà nel termine di giorni 10 dalla prima richiesta di pagamento della quota arretrata e della maggiorazione all’iscritto inadempiente .

La decorrenza della nuova maggiorazione avrà efficacia a far data dal 1 gennaio di ogni anno. e a far data dalla scadenza dei 15 giorni concessi per la formulazione di deduzioni al Consiglio dell’Ordine per l’apertura del procedimento disciplinare.

Con riferimento alle situazioni di morosità, relative ad anni antecedenti, si precisa che tale maggiorazione dovrà essere corrisposta in misura unica e globale, riferita complessivamente   a tutti gli anni di morosità pregressi.

A tutti gli iscritti che non ricevono le comunicazioni ex art. 136 c.p.c. a mezzo P.E.C. chiedo di controllare:

1) di avere attivato con un qualsiasi gestore un indirizzo di posta elettronica certificata;

2) che non sia scaduto il contratto con il quale è stato attivato l'indirizzo di cui al punto n.1;

3) che tale indirizzo sia stato comunicato correttamente alla segreteria dell'Ordine degli Avvocati;

4) che l'indirizzo non sia stato cambiato e non sia stata effettuata la comunicazione di cui al punto n.3 di quello nuovo.

Segretario del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Ascoli Piceno

Avv. Giorgio Molini 

Corsi attivi

Notizie giuridiche

Feed RSS

Associazioni Forensi Territoriali

Modulistica

Gratuito Patrocinio Telematico

Consiglio dell'Ordine degli Avvocati della Provincia di Ascoli Piceno
Piazza Orlini Serafino
63100 Ascoli Piceno (AP)
Tel: 0736/259149 - Fax: 0736/254737
Email: info@ordineavvocatiascolipiceno.it

Cookies Policy